Ictus ischemico. I ricercatori dell'ISNB stanno studiando un sistema per rendere la trombolisi più sicura e efficace

L'ictus ischemico è la forma più comune dell'ictus ed è causata dall'ostruzione di un'arteria del cervello. In caso di ictus ischemico, il trattamento di emergenza prevede il ricorso a farmaci tromboliti, in grado di sciogliere il coagulo di sangue.

I ricercatori dell'ISNB stanno conducendo uno studio randomizzato controllato che recluterà 200 pazienti con ictus ischemico sottoposti a trombolisi presso la Stroke Unit di 2° livello della Neurologia dell’Ospedale Maggiore, struttura facente parte dell’IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna.

Il farmaco rtPA utilizzato per la trombolisi nell’ictus ischemico ha una azione talora non specifica sul trombo che occlude il vaso ma può legarsi anche al fibrinogeno circolante, una proteina della coagulazione.Il calo del fibrinogeno dopo trombolisi aumenta il rischio di emorragie cerebrali ed extra-cerebrali. E’ pertanto molto importante individuare precocemente questi pazienti potenzialmente a rischio.Questo campo di ricerca sul tema "coagulazione e ictus" ci vede da anni impegnati, tanto da avere da poco concluso uno studio multicentrico, da noi coordinato, su più di 1700 pazienti che confermano i nostri dati preliminari. Il nostro trial clinico si propone di verificare in modo rigoroso se l’infusione di fibrinogeno in questi pazienti che subiscono un calo dopo trombolisi previene le emorragie. In caso di calo del fibrinogeno dopo trombolisi 100 pazienti saranno assegnati al gruppo di infusione di fibrinogeno per via endovenosa e altri 100 saranno il gruppo di controllo. Questo permetterà di capire se il ripristinare i livelli di fibrinogeno previene le gravi conseguenze di una emorragia post trombolisi. Questo avrebbe un impatto molto importante nella cura dell’ictus perché renderebbe ancora più diffusa e sicura la trombolisi e darebbe una arma per prevenire l’emorragia nei soggetti a rischio. Lo studio verrà svolto in collaborazione con la Stroke Unit della Clinica Neurologica della AOU di Modena per il reclutamento dei pazienti.